Colli a Volturno: parentele collesi per Ignazio Visco. Il nuovo governatore di BANKITALIA è molto conosciuto in paese. Alcune legami familiari lo portano anche nella terra dell’Alto Volturno. Nominato dal premier Silvio Berlusconi dovrà risollevare le sorti del noto istituto bancario nazionale
COLLI A VOLTURNO. Come tutti saprete il nuovo governatore della Banca d’Italia è il napoletano Ignazio Visco, nominato nella giornata di giovedì 20 ottobre dal premier Silvio Berlusconi.
Il tutto verrà ratificato in forma ufficiale il prossimo 24 ottobre in occasione della riunione ordinaria alla quale prenderà parte anche il vicedirettore generale di Bankitalia. Spetterà poi al Consiglio dei Ministri adottare una decisione e concordare la scelta finale, che ormai appare scontata, con il presidente della Repubblica Napolitano. Ci sono trascorsi importanti per il nuovo governatore di Bankitalia, Visco, anche in Molise e nella Valle del Volturno. Il cognome che porta fa ricadere l’attenzione su Colli a Volturno, dove il professionista, ha legami di parentele con alcuni cittadini che appartengono anche se alla lontana, alla sua stessa famiglia origine. Si tratta di rapporti con cugini e zii presenti nel popoloso comune della provincia di Isernia. Ignazio Visco è stato scelto tra candidati accreditati per ricoprire questo ruolo come personaggi del calibro di Lorenzo Bini Smaghi, membro italiano della Banca Centrale europea, Vittorio Grilli, attuale direttore del Ministero del Tesoro e Fabrizio Saccomani, direttore generale della Banca d’Italia. Ma la scelta di Berlusconi, per il piacere e l’onore di tutti i collesi è caduta proprio su un outsider. Ma chi è Ignazio Visco. Il noto economista nasce a Napoli il 21 novembre del 1949 e già da anni ricopre incarichi di prestigio presso la Banca d’Italia. Nel 1971 si laurea in Economia e Commercio con il massimo dei voti e lode presso l’Università degli studi di Roma “La Sapienza”, discutendo la tesi dal titolo: “Verifica della tesi dell’incorporamento dell’aumento dei prezzi nel tasso d’interesse”. Già nel 1972 viene assunto in Banca d’Italuia, ricoprendo vari incarichi. E’ autore di numerose pubblicazioni ed ha insegnato econometria (1983-85) e politica economica (1989) presso l’università “La Sapienza” di Roma. Attualmente è membro del gruppo consultivo per il settore economia della società editrice “Il Mulino”, del comitato consultivo della scuola Normale superiore di Pisa, del comitato scientifico della scuola superiore di economia (SSE) di Venezia e presidente del Consiglio scientifico dell’International Center for Monetary and Banking Studies di Ginevra.
Ma non solo, per lui, anche importanti riconoscimenti come il Leontief Award for Best Dissertation in Quantitative Economics, il premio “Best in class” (Università degli studi di Roma) e l’onorificenza di grande ufficiale al merito della Repubblica Italiana (2007). A Visco, toccherà risollevare le sorti economiche italiane e mettere mano alla delicata situazione di Bankitalia. Sicuramente si tratta di un vanto per tutta la comunità collese e per coloro che hanno legami di parentela con questo illustre personaggio, che porta con se un pizzico di Molise in giro per l’Italia e per il mondo.
Autore: Michele Visco
Data: 23/10/2011

Commenta questa notizia

Scegli un nickname

email


Nessun commento presente



Nessun commento presente


Username
Password

Visitatori on line
14
Totale visite
1891431
Visite odierne
14
Utenti iscritti
299
Ultimo iscritto
visco84


Autore:
Donato Siravo

Autore:
Luca D'Alessio

Autore:
Ludovico Siravo

Autore:
Michele Visco

Autore:
Gaetano D'Alessio

Tutte le immagini

 

 

 

 

Nessun evento trovato